Quiete, pace, vita, Tu!

vero-amore

È passato molto tempo da quando io mi sia interessata realmente a qualcuno. Il fatto che sia accaduto e che io lo abbia realizzato fa sì che io sia qui a scrivere.
È nota la mia non-autostima, ma questo non mi ha mai portata ad accontentarmi: il troppo bello non mi piace, il troppo curato, i biondi, le barbe folte, i bassi, le spalle striminzite… poi è arrivato lui, con quei due occhi neri che mi hanno oltrepassata  e alterato le sinapsi. È inutile fare gli ipocriti… per alcuni l’aspetto fisico conta molto, per altri poco… ma, soprattutto all’inizio, in qualche modo conta, è il biglietto da visita. Ed io ho riposto quel biglietto nella tasca interna del mio cappotto preferito, come m’è capitato una sola volta da quando sono a Roma col volantino dello studio di tattoos sotto casa, nella speranza che almeno lì usassero l’inchiostro privo di Nichel. Con la speranza, è questo il punto… è questa la differenza. La speranza. Rendermi conto che questo piacevole e calzante involucro racchiudesse qualcosa che vale la pena davvero, è stato a tratti spaventoso. Ansia. Sento un collegamento sottile e costante che forma un esercito di tante positività, un esercito di cariche che annientano ogni frammento di un passato sofferto e a tratti sbagliato, ogni attesa invano, ogni attimo di speranza disillusa, ogni mal di stomaco. Annienta quasi anche la paura, la paura che è nascosta nelle coronarie di chi ha sofferto, quella che si annida in prossimità di un cuore che evita di battere troppo, che ha tenuto a freno ogni emozione fino ai suoi occhi che sapevano di possibilità. Fino a lui. Resta quell’ansia, quei fili invisibili che imbavagliano i pensieri e mi trattengono alla sedia quando desidero di vederlo. L’ansia che sia solo complicità, che la mia vita resti come è  adesso per l’ennesima volta, quell’ansia che forse ha anche lui. Ma oggi è così, sento che qualsiasi lacrima io possa versare, qualsiasi aspettativa possa disilludere, qualsiasi paura possa concretizzarsi… oggi è così, sento che sono vive queste emozioni dentro e ne vale la pena.
Grazie, sconosciuto dagli occhi neri che di certo conoscevo già.

***Phede***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: